vigneto brunello di montalcino

Roberto Cipresso

Winemaker

Beatesca, per la produzione dei propri vini, si avvale della collaborazione del winemaker di fama internazionale Roberto Cipresso.

Il profilo

roberto_cipresso.jpgRoberto Cipresso, originario di Bassano del Grappa, inizia la propria carriera di winemaker nel 1987 a Montalcino, dove si stabilisce e lavora per alcuni dei più noti produttori, come Case Basse, Poggio Antico, Ciacci Piccolomini d'Aragona.

Dopo i primi successi personali, la sua attività si estende anche ad altre zone della Toscana, e ad aziende collocate nelle più importanti regioni italiane; al 1999 risale la nascita di Winemaking, il gruppo di consulenza agronomica ed enologica da lui fondato, all'interno del quale opera attualmente con la collaborazione di un team di tecnici da lui selezionati, e che al momento segue più di trenta aziende dislocate in tutto il territorio nazionale.

Il suo percorso professionale ha visto e vede anche collaborazioni con alcune aziende straniere, tra le quali la prestigiosa realtà argentina Achaval-Ferrer.

E' il fondatore del progetto Winecircus, cantina-laboratorio che, grazie alla possibilità di usufruire di vigneti particolari e di una cantina sperimentale, è dedicata allo svolgimento di attività di ricerca orientate ai diversi aspetti dell'attività vitivinicola in collaborazione con le Università di Padova, di Milano, di Trento, di Pisa e di Udine. Partecipa frequentemente come relatore a convegni nazionali ed internazionali di natura tecnico-scientifica.

Nel 2000, in occasione del Giubileo, esegue la Cuvée speciale per il Papa Giovanni Paolo II.

Tra gli altri importanti riconoscimenti ottenuti nel corso della sua carriera, nel Giugno 2006 viene proclamato Miglior Enologo Italiano nell'ambito della manifestazione "Oscar del Vino 2006".

Nel 2008 la rivista Men's Health lo elegge "Uomo dell'Anno" nella categoria "Food".

I suoi tre libri, "Il Romanzo del Vino", "Vinosofia", "Vineide", scritti in collaborazione con Giovanni Negri (e nel primo caso anche con Stefano Milioni, che cura il glossario de "Il Romanzo del Vino"), vengono pubblicati rispettivamente il 27 Settembre 2006, il 12 Ottobre 2008 e il 23 settembre 2009.

Nel 2009 "Wine&Spirits" proclama la Bodega Achaval-Ferrer "migliore cantina del mondo".

Nell'Aprile 2010 incontra il Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano e riceve l'incarico da "Città del Vino" per la produzione del vino speciale in occasione del 150° Anniversario dell'Unità d'Italia.

Nel 2011 Robert Parker, patron della prestigiosa rivista "The Wine Advocate", assegna 99/100 al vino dell'azienda argentina Achaval-Ferrer Finca Altamira 2009, 98/100 al Finca Bellavista 2009, e 96/100 al Finca Mirador 2009.

Nel corso dell'annata 2012, il Brunello di Montalcino Riserva 2006 La Fiorita (95/100 da "Wine Spectator"), è inserito nei "Migliori 50 vini d'Italia" nell'ambito della manifestazione "Best Italian Wines Awards 2012", e riceve la "Medaglia d'Oro" al "Merano Wine Festival 2012". Nel 2013 invece, il Brunello di Montalcino Riserva 2007 La Fiorita viene valutato con 94/100 da "Wine Spectator", ed il Brunello di Montalcino 2008 con 91/100.

Roberto Cipresso si posiziona nella "Top 10 Wine Spectator 2012" con il suo Finca Bella Vista 2010 della Bodega Achaval-Ferrer di Mendoza.

Nel 2013, riceve da Wine Spectator 96/100 per i vini argentini Finca Altamira 2011 e per il Finca Mirador 2011, e 95/100 per il Finca Bella Vista 2011.

WEB: www.robertocipresso.it

 

Powered by: MR GINO